PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Zio Paperone e l'inghippo delle ghette
  • Commenti




Zio Paperone e l'inghippo delle ghette è una storia di Roberto Gagnor e Sergio Cabella, pubblicata per la prima volta sul numero 2815 di Topolino.

Trama[]

Paperone si sta preparando ad uscire indossando i suoi soliti vestiti tranne le ghette perchè Battista lo convince a farle ripulire in tintoria essendo malridotte. In loro sostituzione, Paperon prende dei vecchi scarponi da banchisa che usava nel Klondike. Mentre esce per recarsi al Club dei miliardari incontra Brigitta che è da poco diventata una trend setter al servizio del famoso stilista Ramon De Elegancia che vuole lancire una moda sui miliardari ed il compito della papera è segnalargli gli accessori più trendy da usare. Brigitta chiede così a Paperone di venire con lui per conoscere gli altri miliardari.

Al club, Paperone deve incontrare per affari il Marchese di Abbuffons, una magnate dei kiwi sciroppati ma anche uno snob. Ma c'è anche Rockerduck che vuole convincerlo a fare affari con lui e, vedendo Paperone smarrito per qualche ragione, lo prende in giro per le sue scarpe. Il marchese ferma la rissa dichiarando che deciderà alla sua festa serale in villa. Paperone esce in fretta e spiega a Brigitta che senza le sue ghette non si sente sicuro come solito. Non si accorge che Rockerduck e Lusky hanno origliato la conversazione. Ma in tintoria, le ghette di Paperone non si trovano e l'addetto pensa che forse sono finite in mezzo ad una cassa di ghette ritirate dal costumista del teatro Quackopolitan. Paperone e Brigitta vanno allora al teatro dove si sta tenendo uno spettacolo. Il miliardario non intende aspettare e finisce per rovinare tutto facendosi cacciare insieme a Brigitta. Riesce comunque a comprare tutte le ghette e, al parco, i due paperi cominciano a contraollarle una per una. Giunto all'ultimo paio, le ghette vengono rubate da Rckerduck e Lusky che le buttano in un camion tritarifiuti distruggendole. Sentendosi sconfitto, Paperone confessa a Brigitta che quelle ghette gli furono regalate da Elvira per il suo primo incontro d'affari ed hanno quindi un grande valore affettivo. Paperone decide lo stesso di andare alla festa mentre Brigitta torna al Deposito dove scopre che in realtà le ghette sono integre in mano a Battista che ha preferito lavarle di persona invece che portarle in tintoria.

Alla festa del marchese Rockerduck sembra ormai aver convinto il magnate nonostante la presenza di Paperone. Vede però arrivare Brigitta e Battista con le ghette. Lusky, per fermarli, sguinzaglia la sorveglianza contro di loro, ma Battista riesce a fermare il cane da guardia e le ghette tornano a Paperone che ritrova la grinta e convince il marchese a fare affari con lui. Alla festa è presente inoltre anche lo stilista Ramon De Elegancia e Brigitta ne approfitta per consigliargli le ghette per la sua linea di moda ricevendo una promozione per l'idea originale. Paperone si complimenta con Brigitta, ma rifiuta un ballo con lei perchè ha altri affari in mente mentre a Rockerduck non resta che mangiarsi la bombetta come solito.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement