PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Topolino in l'ultimo caso
  • Commenti




"In fondo, pantaloncini a parte, non sono mai cambiato e continuo ancora a divertirmi un sacco"
Topolino

Topolino in l'ultimo caso è una storia scritta da Tito Faraci e disegnata da Giorgio Cavazzano, pubblicata per la prima volta il 18 novembre 2008 su Topolino 2764.

Si tratta del seguito della storia Topolino poliziotto e Pippo suo aiutante realizzata nel 1933 da De Maris e Gottfredson[1].

Trama[]

Topolino e Pippo tornano dopo tanti anni alla loro vecchia Agenzia investigativa. Hanno finalmente deciso di non rinnovare più la licenza e liberare l'edificio dalle loro cose, smettendo di pagare l'affitto. Mentre stanno per cominciare il trasloco, si presenta un cliente, Caddy Carson, titolare di un salone di auto usate, che chiede loro di ritrovare un'automobile a cui è molto affezionato, chiamata affettuosamente "Big Mary", scomparsa in circostanze misteriose.

I due amici decidono di accettare il caso e quella sera si ritrovano con Orazio, Clarabella e Minni per una partita di bowling e li informano della novità. Così ovviamente i cinque compagni iniziano a rievocare il passato della loro prima avventura: di come riuscirono a sgominare la banda di falsari e di come indispettirono inutilmente il vecchio Sindaco Scott. Egli aveva chiesto loro di ritrovare la sua automobile, ma i due detective l'avevano distrutta e inoltre avevano arrestato proprio la moglie del sindaco credendola l'autrice del furto.

Sempre rimuginando sul passato, Topolino si accorge che l'automobile che avevano rubato al sindaco nella loro prima avventura da investigatori è la stessa che il loro nuovo cliente gli ha chiesto di ritrovare. Per far luce sul mistero, i due detective si presentano all'abitazione dell'ex sindaco, dove vengono accolti in malo modo. Il primo cittadino vive in una mega villa sulla collina con il suo cognome scritto a caratteri cubitali. Il giardino è pieno di statue di cattivo gusto e sorvegliato da due guardie private, Lars e Rud.

Con vanagloria Scott confessa di essere stato lui a rubare nuovamente l'automobile perché temeva potessero emergere alcuni indizi che avrebbero potuto incriminarlo. All'epoca la sua popolarità era molto in ribasso e per essere eletto nuovamente Sindaco di Topolinia aveva sabotato la sua stessa automobile; un incidente gli avrebbe permesso di attirare la compassione e la fiducia della popolazione. Tuttavia Topolino aveva vanificato i suoi sforzi schiantandosi lui stesso con il mezzo e quindi Scott non aveva più potuto beneficiare dei privilegi della posizione politica per guidare i suoi illeciti traffici. Avendo visto il topo gironzolare dalle parti della vecchia agenzia, ora ha pensato per errore che fosse venuto a investigare su quei fantasmi del passato.

Scott e la moglie tentano di scappare, ma i due detective riescono a catturarli, distraendo le guardie con un finto arrivo della polizia, e inseguendo i coniugi con la vecchia auto. Mentre compila l'ultimo fascicolo della sua agenzia di detective, Topolino svela che gli Scott sono stati anche incriminati per contrabbando. Il caso è chiuso e allo stesso modo Topolino decide finalmente di chiudere un capitolo della sua vita, disdice l'affitto della sua agenzia liberando il vecchio ufficio per sempre.

Pubblicazioni italiane[]

  • Topolino 2764 (2008)
  • Super Disney 64 - Topolino e Pippo blue detective Indagini e risate seriali (2016)
  • Super Disney 71 - Mickey superstar - Io e… Pippo (2018)
  • Disney Special Events 22 - Toponoir (2021)

Note[]

  1. [1] Topolino poliziotto e Pippo suo aiutante, (1933) - INDUCKS.org
Advertisement