PaperPedia Wiki
PaperPedia Wiki
  • Topolino e lo strappo cronospaziale
  • Commenti




Topolino e lo strappo cronospaziale
Topolino e lo strappo cronospaziale.jpeg
Informazioni generali
Codice Inducks: I TL 1959-A
Sceneggiatura: Alessandro Sisti
Disegni: Massimo De Vita
Prima uscita: 13 giugno 1993
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine: 56
Lingua originale: italiana
Casa editrice: Walt Disney Italia



Topolino e lo strappo cronospaziale è una storia in due episodi di Alessandro Sisti e Massimo De Vita del 1993, pubblicata nel numero 1959 di Topolino.

Trama

Parte 1

Topolino sta passando il pomeriggio da solo nel parco naturale di Topostone e si mette a dormire su un sasso dopo che il suo costume si è un po' rovinato. Nel frattempo, nello spazio, due alieni stanno raccogliendo campioni per l'accademia delle scienze del loro pianeta; il loro ultimo esemplare da prelevare è un topo primitivo dal pianeta Topinio, ma per un errore arrivano sulla Terra e prendono un addormentato Topolino scambiandolo per un primitivo a causa del costume strappato. L'astronave riparte a velocità iperluce finché Topolino si sveglia ed ha una colluttazione con i due alieni che causa problemi all'astronave ed attira l'attenzione della polizia stradale. Viene chiarita la vera origine di Topolino e i due alieni, dopo avergli dato dei vestiti, lo riportano sulla Terra dopo un viaggio nell'iperspazio.

Tornato al parco, Topolino non trova la sua macchina e le sue cose ed è convinto di essere stato derubato. E' così costretto a farsi dare un passaggio a Topolinia da un estraneo che però chiama la città "Gamba-city". Topolino rimane confuso; la città sembra proprio Topolinia, ma con un sacco di manifesti di Pietro Gambadilegno e locali notturni mai visti. Improvvisamente appare Pippo che però sembra molto invecchiato ed è altrettanto sorpreso di vedere Topolino come se non lo vedesse da tempo. Topolino si reca a casa di Minni, la quale è anche lei invecchiata e sviene alla sua vista. Dopo essersi ripresa, Minni racconta a Topolino che lui è scomparso da moltissimi anni e il commissario Basettoni lo cercò inutilmente. Inoltre Pietro Gambadilegno ha assunto il controllo della città, sostituendo la polizia con ex-delinquenti al suo servizio e con l'ordine di arrestare Topolino se comparisse.

Pedinato da uno sconosciuto, Topolino si reca al museo sperando che Zapotec e Marlin possano aiutarlo, ma il museo è chiuso e soprattutto la sala segreta con la Macchina del tempo è vuota. Topolino sfugge a due guardie, ma si trova davanti Gambadilegno in persona (era lui che lo seguiva).

Parte 2

Topolino è pronto a lottare, ma Pietro lo addormenta con un gas soporifero. Topolino si sveglia negli appartamenti privati di Pietro il quale gli spiega che vuole il suo aiuto perché, nonostante le apparenze, a comandare davvero è suo nipote Pit. Pietro racconta che, all'epoca della sparizione di Topolino, era riuscito a rubare importanti segreti tecnologici ed a sfuggire alla polizia grazie al nascondiglio segreto che aveva in casa. Tuttavia non sapeva come sfruttare la refurtiva quando si presentò alla porta suo nipote Pit, il piccolo genio di famiglia. Manifestando subito un'indole malvagia, Pit mostrò allo zio come sfruttare ciò che aveva rubato e, grazie alle sue conoscenze, i due riuscirono a fare molti soldi ed a truccare le elezioni. Ma Pit è diventato sempre più assetato di potere ed incontrollabile e per questo deve essere fermato.

All'improvviso si presenta il Pit adulto che, scoperto il complotto, decide di sbarazzarsi di suo zio e di Topolino. Pietro però riesce a scappare con la sua macchina e porta Topolino alla casa di riposo per scienziati dove potrà trovare i suoi due amici; prima di lasciarsi, Topolino si fa dire da Pietro dove si era nascosto all'epoca del furto. Dopo aver raccontato tutto a Zapotec e Marlin, il secondo gli spiega che tutto ciò è successo perché l'astronave che l'ha trasportato viaggiava ad una velocità superiore a quella della luce. Secondo la teoria della relatività, a quella velocità il tempo si restringe per cui quelle che per Topolino erano state ore per loro erano state decenni. Purtroppo i due spiegano anche che hanno smantellato la macchina del tempo, unica possibilità per tornare nel passato, per evitare finisse in mani sbagliate.

Topolino però ha un idea vedendo l'apparecchio che i due hanno costruito per contattare civiltà aliene e, tramite una combinazione musicale (che aveva ascoltato mentre era sull'astronave), riesce a contattare i due alieni responsabili. Questi accettano di riportarlo nell'epoca giusta spiegando che basterà fare il percorso inverso alla stessa velocità. Topolino così ritorna nel presente, il giorno dopo la sua scomparsa. Dopo aver incontrato Basettoni intento a cercarlo, i due si recano a casa di Pietro dove Topolino mostra al commissario il rifugio segreto nel camino dove Pietro è nascosto. Il ladro viene arrestato e la refurtiva recuperata; Topolino spiega a Pietro che la cosa è un bene per entrambi ed il ladro ha la sensazione che sia vero. Poco dopo Topolino si reca da Minni rassicurandola e facendole i complimenti per come è giovane e carina.

Curiosità

L'incipit della storia è forse ispirata al famoso film del 1986, "Navigator" (Flight of the Navigator). La trama vede un ragazzo prelevato come campione da analizzare da una nave aliena che lo riporta casa dopo 4 ore, ma il ragazzo scopre che sulla Terra sono passati 8 anni.

Pubblicazioni

  • Topolino 1959 (1993)
  • Super Disney 15 - Paper Millennium (1999)
  • I Classici del fumetto di Repubblica 9 - Topolino (2003)
  • I giganti di Topolino 1 - Le grandi avventure (2005)
  • Disney Comics 3 - Brividi a Topolinia (2008)
  • Topolino Story (Corriere della Sera) 114 - Topolino Story 1993 (2015)
  • Più Disney 61 - Paperi spaziali (2015)
  • Le Più Grandi Avventure Disney 2 - Spazio (2019)