PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Topolino e la sfida all’ultimo Squitt
  • Commenti




Topolino e la sfida all’ultimo Squitt è una storia in due parti di Alessandro Sisti e Claudio Sciarrone pubblicata sul numero 3086 di Topolino.

Trama[]

Parte 1[]

Topolino aiuta Basettoni ad arrestare una banda di ladri d'auto quando si presenta anche la stampa nonostante l'operazione fosse segreta. In commissariato Topolino scopre che c'è un utente che sul social network "Squitter" che si spaccia per lui e racconta tutto quello che succede al commissariato. Basettoni presenta allora a Topolino il loro nuovo esperto di crimini informatici, Al Goritmus. Basettoni racconta di aver scoperto Al tramite il blog tenuto da questi sulla sicurezza informatica e di averlo assunto dopo aver appuarto che aveva già collaborato con la polizia nonostante la sua riservatezza. Al spiega a Topolino che un falso profilo (un fake) è una cosa comune e il Topo dice che cercherà di risolvere il problema senza denuncia. Si presenta all'improvviso Rudi, il ragazzo delle pizze, che sembra essere un gran fan di Topolino oltre che appassionato di pc.

Topolino viene anche a sapere dal commissario di star dirottando il traffico per l'arrivo della band paperopolese dei Uack Direction che deve restare nascosta. L'indomani Topolino si reca alla sede di Squitter per il suo problema, ma il fatto che lui stesso non abbia un profilo lascia gli addetti con poche soluzioni. Topolino riceve una chiamata dal commissario scoprendo che la notizia dell'arrivo della band è trapelata facendo arrivare molti fan che hanno causato disagi e che il sindaco è furioso perchè pensa che Topolino sia il responsabile dato che la notizia viene di nuovo dal suo profilo Squitter. Così è stato dato ordine di tenerlo fuori da qualsiasi indagine.

Tornato a casa, Topolino controlla al pc il suo fake constatando che effettivamente conosce dettagli di casi noti solo a lui e, vedendo che ha dato appuntamento ad un suo fan, decide di precederli. Nel frattempo basettoni, Al ed il sindaco si trovano nel nuovo museo d'arte moderna che è stato ristrutturato e dotato di nuovi sistemi all'avanguardia gestiti dal computer del commissariato. Il museo dovrà ospitare il Diamante Nero, una gemma molto preziosa. Al attiva l'allarma proprio mentre Topolino arriva sul tetto di un edificio che si scopre essere proprio il museo. Topolino cade improvvisamente dentro l'edificio venendo "raccolto" da una delle macchine a difesa.

Parte 2[]

Al mostra a Topolino l'ultimo messaggio dal profilo Squitter che annuncia che scoprirà cosa combina il sindaco ed il dispositivo di localizzazione "dove sei" dimostra che il messaggio è partito da quel luogo. Topolino vuole dimostrare la sua innocenza, ma il sindaco, spazientito, lo manda via bandendolo da lì. Mentre si allontana, Topolino si imbatte in Rudi che è lì per una consegna, ma il cliente pare non essere venuto. Nel frattempo Al individua, tramite l'indirizzo IP, il computer da dove è stato creato l'account fasullo e l'indirizzo...è la casa di Topolino!.

Quest'ultimo comincia a sospettare che sia Rudi il responsabile, potendo muoversi nel commissariato grazie al suo lavoro di fattorino e utilizzare un internet-cafè vicino alla pizzeria dove lavora. In realtà dopo aver parlato che lui scopre che il ragazzo è un fan delle indagini informatiche ed il suo vero idolo è Al Goritmus; il ragazzo però è rimasto perplesso dopo aver ricevuto una sua foto con dedica. Vedendola, Topolino comprende la verità.

Al museo, dopo che il diamante è stato posizionato, Al effettua un ultima verifica all'interno mentre fuori la polizia è dispegata in massa. Travestito da Rudi, Topolino si intrufola nel museo e smaschera Al che in realtà non è altri che Macchia Nera che stava per rubare il diamante. Il criminale ha infatti rubato l'identità di Al Goritmus ed ha usato la sua posizione per screditare Topolino agli occhi delle autorità per poter poi agire indisturbato. Basettoni si presenta con la polizia per aiutare il suo amico, ma Macchia Nera si dà alla fuga. Topolino però, usando lo smartphone di Rudi, riesce a rintracciarlo dentro un furgone; il criminale infatti aveva dimenticato di disattivare la funzione di localizzazione.

Al commissariato, Topolino presenta a tutti il vero Al Goritmus (che ha contattato con un e-mail) che si rivela essere una graziosa ragazza chiamata Alyna. Alyna spiega che non ama mostrarsi in pubblico perchè i suoi clienti non la prenderebbero più sul serio. Basettoni commenta che in ogni caso ha sempre creduto che Topolino fosse innocente per il semplice motivo che l'amico non ha uno smartphone ed usa un vecchio cellulare che non può connettersi in rete. Rudi scopre che però c'è una pagina Micebook in rete dedicata a Topolino che rimane shockato di avere di nuovo lo stesso problema. Ma in realtà il "colpevole" stavolta è solo Zia Topolinda, stanca di aspettare che Topolino ne creasse una.

Curiosità[]

  • Gli Uack Direction sono una caricatura della band musicale degli One Direction.

Pubblicazioni italiane[]

  • Topolino 3086 (2015)
  • Scienza Papera 14 - Topolino e i social network … e altre storie (2016)
  • Topolino Special Edition - Flash Edition Claudio Sciarrone (2019)
Advertisement