PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Parco di Paperopoli
  • Galleria di immagini





"Indescrivibile, insuperabile... e indiscutibile. Merita!"
Paperino si esprime sul chiosco del Parco

Il Parco pubblico di Paperopoli è la principale area verde della città, in cui i paperi, specialmente Paperino, Brigitta e Zio Paperone, amano concedersi brevi momenti di svago e riposo.

Localizzazione

Il parco è localizzato sulla riva settentrionale del fiume Tulebug, in prossimità della Collina Ammazzamotori. Nelle sue vicinanze si trova anche la scuola pubblica frequentata da Qui, Quo, Qua[1].

Strutture

Chiosco degli Hot-dog

Il parco è ricco di aiuole in fiore e panchine per riposare, ma possiede anche numerose strutture per praticare diverse attività sportive. All'interno del giardino pubblico, ogni anno, viene ospitata la maratona paperopolese.
All'interno del parco vi sono anche una piccola edicola e un chiosco di panini situato sotto l'albero del sicomoro, che a detta dello stesso Paperino, realizza i migliori hot-dog della città.
All'angolo nord-occidentale del parco è localizzata una statua dedicata a Cornelius Coot, il fondatore di Paperopoli. Si tratta di una versione in scala ridotta (e più antica) del gigantesco monumento fatto realizzare da Paperon de' Paperoni per vincere la sua personale sfida con il Maragià del Verdestan[2], che si trova nella piazza del Municipio e ospita al suo interno la Biblioteca di Studi Storici[3].

All'interno del Parco si erge anche un totem indiano originale dono di Paperone alla collettività, che però non è stato apprezzato da tutti i paperopolesi[4].

Storia

Paperino al Parco

Una raffigurazione embrionale del Parco si ha già nel 1937, all'inizio della storia di Federico Pedrocchi Paolino Paperino e il mistero di Marte (Paperino, avendo smarrito le chiavi di casa, è costretto a passare la notte su una panchina dei giardini pubblici). Tuttavia, all'epoca la definizione della stessa Paperopoli era ancora di là da venire, e il creatore del Parco come oggi si può intendere, va considerato certamente Carl Barks, che definì per primo la città abitata da Paperino e dai suoi amici e parenti.

Nella Saga di Pikappa il parco pubblico diviene il luogo di raduno di alcune bande di teppisti. Per questo motivo è sconsigliato ai paperopolesi frequentare il giardino dopo il tramonto, sebbene Paperinik sia sempre in allerta e pronto ad intervenire.

Nella storia Zio Paperone e la scacchiera abbandonata di Marco Meloni e Gabriele Panini scopriamo che il parco è stato fondato nel 1837 da Cornelius Coot.

Curiosità

  • Il parco ha una banda di teppisti che lo frequentano molto spesso e in molte storie.[5]
  • Nel parco si è svolta la più grande battaglia a palle di neve della storia di Paperopoli, iniziata da Jones, Paperino e i passanti finita coinvolgendo le Giovani Marmotte di Paperopoli e quelle in visita[6].

Note

  1. [1] Topolino 3062 pag 38, Approfondimento su Paperopoli
  2. [2] Paperino e il Maragià del Verdestan
  3. [3] Topolino 3062 pag 42, Approfondimento su Paperopoli
  4. [4] Il segreto del totem decapitato - INDUCKS.com
  5. Ad esempio Le Giovani Marmotte: in gara di fiuto, [5]vedi su Inducks.
  6. Paperino in: blocchi di divertimento (vedi su Inducks)


Advertisement