PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Paperoga critico cinematografico d'assalto
  • Commenti





Paperoga critico cinematografico d'assalto è una storia di Rudy Salvagnini e Francesco Guerrini del 2006, pubblicata nel numero 2619 di Topolino.

Trama[]

Paperoga si offre di svolgere il lavoro di critico cinematografico al Papersera, ma Zio Paperone lo sbatte fuori. Viene assunto da un giornale locale a patto di non chiedere uno stipendio. Paperoga si reca così al cinema per cominciare la sue attività, ma finisce per disturbare gli altri spettatori e viene buttato fuori dalla maschera.

Paperoga mostra a Paperino che ha lo stessa scritto una recensione inventadosi tutto dopo aver deciso di non andare al cinema. Paperoga chiede a suo cugino di fargli da fotografo per i suoi servizi; naturalmente Paperino rifiuta finchè non sente che c'è l'opportunità di fotografare l'attrice Starry Eyes. Il giorno dopo si recano al Palazzo del Cinema per il festival di Paperopoli. I due vengono però respinti dalla guardia e per entrare Paperoga ha l'idea di farsi assumere come camerieri. Mentre Paperino rimane bloccato nel lavoro e costretto a lavorare per due, Paperoga trova la suite della diva pedinando il suo agente ed approfitta dell'occasione per offrirsi di consegnare lui il vestito nuovo che deve arrivare alla diva piùla sua bevanda preferita, succo di mirtillo.

Dopo aver recuperato Paperino i due si recano nella suite dove vengono accolti dalla segrataria di Miss Eyes. I due però con la loro goffagine finiscono per rovinare completamente il vestito. Dopo aver saputo dell'accaduto e che sono giornalisti, la dive fa sbattere fuori i due dalla rabbia. Ma in quel momento compaiono dei paparazzi che fotograno l'attrice, che ancora porta la sua maschera di bellezza e bigodini nei capelli, mettendola in imbarazzo. Miss Eyes decide di andarsene incolpando l'organizzazione e decidendo di chiedere i danni allo sponsor del festival...che, sfortuna vuole, non è altri che Zio Paperone. Paperoga e Paperino sono così costretti a rifugiarsi al polo per evitare di essere scoperti dallo zio.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement