PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Paperino e la iella in passerella
  • Commenti




Paperino e la iella in passerella è una storia di Alessandro Sisti e Alessandro Barbucci, pubblicata per la prima volta sul numero 2143 di Topolino.

La creazione della storia vede il contributo del celebre regista Mario Monicelli come parte di una serie di partecipazioni speciali alle storie di Topolino dai numeri 2142 al 2144.

Trama

E' la settimana della "Paperopolimoda" ed in città tutti cercano di adattarsi agli stili più in voga. Tutti vogliono assistere alle sfilate ed una delle più attese è quella di Paperace, uno stilista esordiente di cui si dicono meraviglie. Paperino riesce a strappare due biglietti per la sfilata e corre a casa di Paperina scoprendo che la fidanzata ha già ricevuto un invito per entrambi come ospiti di riguardo.

Topo 2143-20.jpg

Vestiti bene per l'occasione, i due assistono così alla presentazione della moda "Paperfortuna" dello stilista. Tutti gli abiti hanno infatti per tema la fortuna e scoprono presto il perchè; Paperace non è altro che uno pseudonimo usato da Gastone che li ha invitati per vantarsi. Gastone racconta com'è diventato stilista dopo aver vinto un corcorso facendo degli schizzi su dei fogli che i collaboratori trasformano in abiti. Porta così Paperino e Paperina nel backstage presentendo loro le modelle tra cui la bellissima Maoni Soupbell. Quest'ultima ha intenzione di visitare Paperopoli e cerca una guida adocchiando per l'occasione Paperino al quale la cosa non dispiace affatto (al contrario della fidanzata).

Per poter far colpo sulla modella, Paperino corre al Deposito a chiedere un prestito a Zio Paperone. Inizialmente contrario, il miliardario cambia idea una volta saputo dell'identità della modella e propone un patto al nipote. Così Paperino si presenta a Maoni con auto e vestiti di lusso e comincia a farle girare tutti i luoghi più importanti e lussuosi della città. I due attirano le attenzioni dei curiosi e della stampa finendo, nei giorni successivi, per apparire in tutti i giornali di pettegolezzi. Gastone decide di approfittarne per corteggiare Paperina e si presenta da lei. La papera è naturalmente furiosa con Paperino, tanto da ignorare i tentativi di Gastone e, quando viene a sapere del prestito, decide di andare a lamentarsi da Zio Paperone. Ma Paperone sembra approvare le spese fatte dal nipote e Paperina scopre il perchè; il miliardario confessa di voler risollevare il settore della moda P.d.P. accaparrandosi Maoni Soupbell come modella in esclusiva. Paperina allora lo rimpovera di dover puntare sulla qualità degli abiti aggiungendo che lei saprebbe far meglio dei suoi creativi e Paperone le propone un accordo.

Topo 2143-38.jpg

Il giorno dopo non si parla altro che del debutto della nuova stilista della P.d.P, Duckrizya Paperendi, la cui prima sfilata si terrà nell'inusuale cornice del Deposito. Anche membri del club delle ragazze (come Chiquita) assistono alla sfilata presentata da Paperone ed il cui tema è, naturalmente, il denaro. Paperino dovrebbe arrivare insieme a Maoni, ma la modella gli comunica che deve partire per un servizio fotografico e lo saluta ponendo fine alla loro "storia". Paperino arriva da solo giusto in tempo per assistere al trionfo di Duckrizya che ovviemente è Paperina la quale viene invitata a festeggire da Gastone che la vuole come ospite d'onore per la presentazione della sua linea per ragazzi. Arrabbiato per essere stato ignorato, Paperino decide di vendicarsi sul cugino vandalizzando i suoi abiti durante la notte.

L'indomani i collaboratori di Gastone non sanno che fare e vorrebbero annullare la sfilata, ma Gastone ordina che si faccia lo stesso fiducioso nella sua fortuna. Paperino, ormai snobbato dalla stampa, si prepara ad assistere alla sua vendetta. Ma gli abiti, malridotti e sporchi, colpiscono positivamente i critici che vedono il tutto come un simbolo della libertà dei bambini di giocare e sporcarsi. Gastone esce fuori a prendersi gli applausi con Paperina facendo infuriare il cugino che sale sul palco a sfogarsi sui vestiti. Paperino commenta che non potrebbe andar peggio ignorando che fuori ad aspettarlo c'è Zio Paperone, furioso col nipote per essersi fatto scappare una certa supermodella.

Riferimenti

  • Lo pseudonimo di Gastone, "Paperace", è ispirato al celebre stilista italiano Gianni Versace. Il nome adottato da Paperina, Duckrizya Paperendi, è una doppia citazione alle stiliste Krizia e Anna Fendi.
  • Il personaggio di Maoni Soupbell è la versione papera della famosa supermodella Naomi Campbell. Nella storia fanno una breve apparizione anche le versioni papere di altre famose modelle come Claudia Schiffer e Carla Bruni.
  • Paperopolimoda è una probabile parodi della Milano Fashion Week.

Curiosità

Pubblicazioni italiane

Advertisement