PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Paperinik e il segreto del giardino discreto
  • Commenti




Paperinik e il segreto del giardino discreto è una storia in due parti di Bruno Enna e Luca Usai, pubblicata sui numeri 3328 e 3329 di Topolino.

Trama[]

Parte 1[]

Paperino stà sostituendo Battista (ammalato) come autista per Zio Paperone, impegnato nei suoi affari alla Piazza della Borsa di Paperopoli, cuore economico della città. Improvvisamente compare una scoiattolo dal ciuffo bianca che ruba il fregio dorato della macchina dello zio lasciando un vecchio pendaglio incrostato come baratto. Un indispettito Paperino lo insegue entrando dentro una vecchia proprietà dove si trova una villa abbandonata circondata da un folto giardino segreto. Paperino incontra l'anziana giardiniera che se ne occupa (che lo definisce più un "giardino discreto") e che gli indica un albero dentro cui lo scoiattolo è scappato. Paperino racconta l'accaduto allo zio che dice che quel terreno è vincolato e spera di poterlo comprare un giorno. Tornato a casa, Qui, Quo, Qua notano uno stemma sul pendaglio lasciato dallo scoiattolo e decidono di portarlo da Pico de Paperis per scoprirne l'origine.

Quella notte, al Deposito, Paperone viene svegliato da una figura minacciosa che rompe il suo spingardino ed attacca il papero presentandosi come qualcuno che è venuto a reclamare qualcosa che gli è stato tolto. La mattina dopo, Paperino viene a sapere che lo zio è stato rapito ed per ora la polizia non ha trovato nulla. Sul luogo della collutazione, Paperino nota un marchio (lasciato dall'anello dell'agreessore mentre dava un pugno sul muro) che è simile allo stemma sul pendaglio. Si reca così da Pico a cui i nipotini hanno portato l'oggetto. Lo studioso, imbarazzato, dice di aver sciolto il pendaglio nel tentativo di togliere le incrostazioni, ma è riuscito ad identificare lo stemma che appartiene alla famiglia di Cornelius Coot, fondatore della città.

Arrivata la notte, Paperino indossa i panni di Paperinik e torna nel giardino segreto. Apre un passaggio sotto l'albero da dove era scappato lo scoiattolo scoprendo un passaggio segreto. Arrivato in profondità trova un esercito di scoiattoli (tra cui quello dal ciuffo bianco) che, più rapidi e scaltri del normale, derubano l'eroe delle sue armi e lo portano ad un giardino sotterraneo dove si trova una casa. Lì, Paperinik incontra così il misterioso rapitore, un papero anziano che si presenta come Elias Coot, nipote di Cornelius e cugino di Casey Coot. Gli scoiattoli sono tutti addestrati a seguire i suoi ordini tranne Dentino, lo scoiattolo dal ciuffo bianco che gli ha portato il fregio della macchina col simbolo del dollaro in cambio del pendaglio. Questo lo ha spinto a rapire Paperone che per Elias rappresenta tutto ciò che odia. Paperinik trova così suo zio legato ed imbavagliato in una grotta e circondato dalla dinamite.

Parte 2[]

Elias ha intenzione di far saltare tutto incolpando Paperone del furto del pendaglio. Sotto richiesta di Paperinik, Elias racconta che un tempo era conosciuo come Elias "Manibucate" Coot; egli era ricco, ma aveva un pessimo senso degli affari e fù diseredato dalla sua famiglia lo stesso giorno in cui doveva chiedere alla sua amata Ludmilla di sposarlo. Il pendaglio era un regalo per lei, ma la donna non lo fece entrare in casa e così, povero e solo, Elias si ritirò nei sotterranei di Villa Coot trovando come unici compagni gli scoiattoli. E' grazie, infatti, alla sua conoscenza delle gallerie di Paperopoli che è penetrato nel Deposito.

Prima che possa far saltare tutto, Paperinik gli propone un'alternativa; consegnargli l'oggetto a cui Paperone tiene di più come risarcimento morale per il pendaglio..la Numero Uno in cambio della libertà del miliardario (che non è assolutamente daccordo). Elias accetta e Paperinik viene portato dagli scoiattoli, dopo essere stato bendato, all'interno del Deposito e gli vengono riconsegnate le armi. Paperinik si trova costretto così ad affrontare il sistema d'antifurto a protezione della moneta, ma riesce a rubare la Numero Uno. Mentre stà per rientrare nel passaggio dal giardino, Dentino cerca di rubargli a sua volta la moneta; cosa che porta Paperinik a trovare qualcosa nel capanno degli attrezzi. Paperinik si presenta in tempo per l'alba da Elias insieme alla giardiniera che si rivela essere Ludmilla (nel capanno c'erano vecchie foto di lei con Elias da giovani). Ludmilla racconta che lo ha sempre aspettato (il giorno in cui Elias pensò di essere stato rifiutato il campanello di casa di lei era rotto) e per questo si è presa cura del giardino.

I due così possono finalmente stare insieme. Paperinik libera Paperone ed, usando la Numero Uno come arma di ricatto, gli fà una proposta. Il giardino segreto viene così aperto al pubblico grazie ad una donazione del miliardario per la ristrutturazione della proprietà. Inoltre, in cambio della rinuncia a rivalersi su Elias, Paperone ottiene la possibilità di sfruttare il suo rifugio ed una mappa delle gallerie così da creare un attrazione per turisti nel futuro. Paperone mette così al sicuro la Numero Uno, ma Dentino è ancora in agguato.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement