PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Paperbridge
  • Galleria





Paperbridge è una serie in 5 episodi scritta e disegnata da Marco Gervasio che narra delle avventure giovanili di John Quackett (il futuro Fantomius) al college di Paperbridge che dà il nome alla serie.

Trama

John Quackett, ancora ragazzo, frequenta l'università di Paperbridge (parodia di Cambridge). Di giorno è uno studente, spocchioso e arrogante per le sue origini nobiliari; di notte fa parte dei Mascherati, una confraternita di giovani aristocratici, dediti al furto e al bullismo verso chiunque non appartenga alla loro classe sociale.

Tuttavia, nel corso della vicenda, John ha un'evoluzione psicologica che lo cambia radicalmente. Il ragazzo diventa amico del plebeo Tom Ducket, sviluppa un suo personale senso di giustizia e compie le prime azioni da vendicatore sotto l'identità del "ragazzo mascherato". I suoi primi avversari sono proprio i suoi compagni della confraternita e il loro capo, il diabolico professor Krimen.

Episodi

Ogni episodio è stato pubblicato singolarmente in un numero di Topolino.

N. Storia Pagine Codice Inducks Data 1°
pubblicazione
Topolino
1 La notte della confraternita 20 I TL 3379-1P 26 agosto 2020 3379
2 Il lato oscuro 20 I TL 3380-3 2 settembre 2020 3380
3 La festa d'inverno 20 I TL 3381-3 9 settembre 2020 3381
4 La regata 20 I TL 3382-2 16 settembre 2020 3382
5 Il libro degli errori 20 I TL 3383-1 23 settembre 2020 3383

Personaggi

  • John Quackett come il "ragazzo mascherato".

    John Lamont Quacket, detto anche "il ragazzo" o "il papero mascherato". Il giovane Quacket, all'inizio, è ancora intriso dei pregiudizi di classe ereditati dal padre e, nelle sue prime imprese come ladro, commette errori e ingenuità; tuttavia mostra già le doti di astuzia e generosità del futuro Fantomius. Come "ragazzo mascherato" indossa un costume da aviatore, con giubbotto, casco e occhialoni che coprono il viso; dieci anni dopo, vestirà davvero i panni dell'aviatore, durante la prima guerra mondiale.
  • Tom Ducket, compagno di stanza di John. Timido e impacciato, ma intelligente e capace di improvvisi scatti d'orgoglio, a Paperbridge deve subire, a causa della sua bassa estrazione sociale, le prepotenze dei compagni aristocratici (incluso John). Col tempo, però, guadagna l'amicizia del compagno di stanza e diventa il prezioso partner del "ragazzo mascherato."
  • Beth Ducket, sorella di Tom, studentessa in un college femminile. Di carattere forte e volitivo, non nasconde il suo profondo disprezzo per gli aristocratici oziosi, e in particolare per John. Questi, invece, prova per lei una inconfessata attrazione, ma non riesce mai a dichiararsi.
  • Bill Bullet, detto Bill Bull; amico di John e membro della confraternita dei mascherati. Fra i giovani aristocratici di Paperbrdige, è il più stupido e arrogante e mette un particolare impegno nel tormentare Tom.
  • Annabelle, detta Belle; amica di Beth e fidanzata di Tom, dopo una breve infatuazione per Bill Bullet.
  • Il rettore di Paperbrtidge; severo ma giusto, è di idee democratiche e per questo è combattuto dalla confraternita dei mascherati.
  • Professor Gruff, docente di filosofia, le sue teorie sulla duplicità dell'animo umano avranno una profonda influenza su John.
  • Professor Krimen, docente di latino; è l'insospettabile capo della confraternita dei mascherati, che, sotto la sua guida, è passata da semplice associazione studentesca a una vera e propria scuola per criminali.

Ambientazione

Paperbridge.png

La storia si svolge nella città universitaria inglese di Paperbridge, ovviamente immaginaria ma modellata sulle realmente esistenti Oxford e Cambridge e che, come loro, sorge su un fiume dove gli studenti si cimentano nel canottaggio.

L'epoca è compresa fra il 1902 (data di pubblicazione del romanzo Cuor di tenebra di Conrad, esplicitamente citato) e il 1908 (primo viaggio di John Quackett in America). Tuttavia, Gervasio non è molto rigoroso nell'ambientazione. I costumi, le automobili e certi particolari (come il bar frequentato da studenti e studentesse) fanno pensare, più che all'Inghilterra edoardiana, all'America dei ruggenti anni Venti.

Advertisement