PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki




Onofrio (in versione originale, Humphrey, Humphrey Bear; in Italia noto anche come Orso Gelsomino, Brunone o Serafino) è un orso non antropomorfo della banda Disney, comparso in cortometraggi e storie a fumetti.

Aspetto e carattere

Onofrio è un grizzly dalla pelle marrone scura tranne che sul volto dove appare di un marrone chiaro tendente al nocciola; il colore del suo mantello è comunque variabile a seconda degli autori. Ha in gran parte le caratteristiche degli animali non antropomorfi: non parla, non indossa indumenti e vive allo stato libero nei boschi.

Pur essendo posto spesso come antagonista di Paperino Onofrio non è malvagio (né presenta l'aggressività tipica della sua specie); sarebbe del tutto innocuo e amichevole, se non combinasse guai in quanto pigro, avido, imbranato e soprattutto molto goloso.


Residenza e stile di vita

Originariamente Onofrio è rappresentato come abitante del Brownstone National Park, da qualche parte negli Stati Uniti; a volte gioca brutti scherzi ai visitatori che si rifiutano di dargli da mangiare e a causa del suo comportamento insolito viene spesso controllato dal Ranger del parco, che teme che l'orso possa danneggiare i flussi turistici. Questa versione, tuttavia, è stata progressivamente abbandonata (forse perché avrebbe reso il personaggio troppo simile a un altro orso di cartoni animati e fumetti di gran successo negli anni '60-'70, ma creato dalla concorrenza, lo Yoghi della Hanna & Barbera).

In seguito, a partire dalla storia Le GM e i ladri silvestri, Onofrio vive nei boschi intorno a Paperopoli, non lontano dalla Fattoria di Nonna Papera. La vecchia papera ha un rapporto complessivamente buono con questo orso, che non teme affatto perché ha imparato a conoscere il suo carattere pacifico; anzi, la Nonna non esita a rimproverare Onofrio quando combina qualche pasticcio di troppo, né a premiarlo con una delle sue celebri torte - a lui graditissime - quando il plantigrado si comporta bene. In questo filone, anche Qui, Quo, Qua conoscono bene Onofrio e non temono di avventurarsi nella foresta, sapendo che non solo si tratta di un animale mansueto, ma potrebbe anche aiutarli e proteggerli da qualche pericolo.

In tutti i casi, Onofrio è rappresentato come un personaggio isolato, per lo più l'unico noto della sua specie: preferisce, semmai, la compagnia di altri (compresi i paperi), e non si sa nulla di una sua famiglia (invece una sua compagna e il loro cucciolo saranno brevemente raffigurati nel corto d'esordio con Pippo).

Apparizioni nei fumetti

La prima apparizione nei fumetti di Onofrio risale al 1958, nella storia statunitense Paperino e l'orso Onofrio pubblicata in Italia due anni più tardi su Almanacco Topolino n° 37. Il personaggio conobbe un aumento di popolarità fino a un apice negli anni '70-'80, in cui fu utilizzato da molti autori; a partire dal decennio successivo, le storie a lui dedicate iniziano a diminuire notevolmente. In Italia il personaggio è stato sempre poco usato; si possono comunque segnalare le sue due ultime apparizioni, risalenti al 2011, nelle storie Paperino e l'insaziabile golosone e Paperino e l'assalto al buffet.

Apparizioni in animazione

Onofrio compare, prima che nei fumetti, nei disegni animati, a partire dal cortometraggio del 1950 Pronti per la foto, della serie dedicata a Pippo. In questo corto, dove l'orso non è ancora nella sua versione definitiva, Pippo cerca in tutti i modi di fotografare l'animale (e la sua famiglia che poi non apparirà più) senza che lui ne abbia molta voglia.

La versione definitiva del personaggio si ha però nel successivo corto del 1953, Paperino a caccia, dove avviene il primo incontro tra Paperino e l'orso. Nel corto infatti l'orso si intrufolerà a casa di Paperino, giunto al parco per la stagione di caccia, subendo una serie di peripezie per non farsi individuare dal papero che lo scambia per un tappeto. Onofrio comparirà poi in altri tre corti della serie Donald Duck ottenendo una serie tutta sua nel 1956 (che si comporrà però soltanto di due corti).

L'orso sparirà dalla circolazione per qualche decennio riapparendo in un cameo, nel 1992, in un episodio della serie Ecco Pippo!. Nel 2000 è protagonista di altri due corti Disney nella serie Mickey Mouse Works e nel 2002 è tra i tanti personaggi che compaiono nella serie House of Mouse. Altri camei del personaggio si possono trovare in Cip & Ciop agenti speciali, La casa di Topolino e nel lungometraggio Topolino e la magia del Natale.

Nel 2018, Onofrio appare nella serie Legend of the Three Caballeros, dove inizialmente è una pelle d'orso (in citazione al corto di cui sopra) che prende vita grazie ad un artefatto magico conteso dagli eroi e dal loro antagonista. Nonostante il caos che provocherà, i Caballeros decideranno di lasciarlo in quello stato tenendolo con loro per il resto della serie.

Advertisement