PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • L'ariete magico
  • Commenti





L'ariete magico è l'undicesimo capitolo della saga de Alla ricerca della Pietra Zodiacale, pubblicato per la prima volta sul numero 1790 di Topolino.

Trama[]

Al Deposito di Paperone, Topolino viene a sapere da una telefonata di Zapotec che il discendente dell'undicesimo discepolo di Zodiacus ha venduto il suo ciondolo, per pagare un debito, ad un uomo chiamato Jack Marley di cui l'unica cosa che sanno è che si recò a cercare l'oro nel Klondike. Paperone si ricorda che Marley fù suo socio per un anno quando era anche lui nel Klondike, ma non ha idea di dove sia finito dopo aver sciolto il loro sodalizio. Paperone racconta a Topolino e Paperino che in quell'anno stava guadanando il suo primo bilione e ricorda i luoghi che lui e Jake hanno visitato.

Paperone comincia così a mandare Topolino e Paperino in lungo e largo nel mondo seguendo i suoi ricordi, ma senza successo e procurando loro anche diverse grane. Ma nell'ultimo posto visitato da Paperino, le rovine di Cartagine, si trova anche Amelia nei paraggi alla ricerca di un potente artefatto: un ariete magico (che ha proprio la forma dell'animale da cui prende il nome), appartenuto al condottiero Scivolone l'Africano (parodia di Scipione l'Africano). L'ariete ha il potere di sfondare qualsiasi difesa ed Amelia, dopo averlo ritrovato, lo carica con la sua magia.

A Paperopoli, Paperone si stà godendo la serata al riparo da un forte temporale all'esterno quando Amelia si presenta con l'ariete grazie al quale è potuta entrare sfondando le porte corazzate. Amelia dà una dimostrazione del potere dell'ariete a Paperone minacciando di regalarlo ai Bassotti (così che potranno derubare Paperone senza problemi) se non le sarà consegnata la Numero Uno. La strega promette di distruggere l'ariete una volta ottenuta la moneta. Un rassegnato Paperone porta così la strega nella Sala dei Portafortuna, ma viene fermata dall'arrivo di Paperino e Topolino che recuperano la moneta e la chiudono dentro. La strega però ne esce facilmente grazie all'ariete e li attacca con la sua magia. Nel frattempo i fulmini sono sempre più vicini alle finestre perchè, come spiega Paperone, il suo para-fulmine è andato distrutto. Uno di essi viene attratto dalle corna di ferro dell'ariete colpendolo sia l'artefatto che Amelia.

L'ariete viene così ridotto in cenere ed una sconfitta Amelia viene buttata fuori e costretta a ritirarsi. Mentre Paperone ripone al suo posto la Numero Uno, Topolino e Paperino osservano incuriositi gli altri portafortuna e si scopre che il ciondolo con la pietra dell'Ariete era in realtà in mezzo ad uno di questi. Paperone si ricorda così che, prima di separarsi, Marley lo regalò a lui come segno di amicizia. Il miliardario deve così fuggire da di Topolino e Paperino, furiosi per il tempo e la fatica che hanno sprecato per nulla.

Curiosità[]

  • Jack Marley è una citazone a Jacob Marley, il socio defunto di Scrooge (da cui è stato ispirato il personaggio di Paperone il cui nome originale è Scrooge Mc Duck) ne "Il Canto Di Natale".
Storia precedente L'ariete magico Storia successiva
Il tesoro del pirata BarbagiallaIl tesoro del pirata Barbagialla 18 marzo 1990 L'eredità di Zodiacus

L'eredità di Zodiacus


Advertisement