PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • L'albergo delle ombre
  • Commenti




L'albergo delle ombre è la storia d'apertura dell'albo 16/985 della serie X-Mickey. La storia è scritta da Stefano Ambrosio e disegnata da Roberto Vian pubblicata nell'agosto 2003 sulla rivista omonima.

Trama[]

Pipwolf ha portato con sé Topolino per un giro del Mondo dell'impossibile in modo da poter ripassare Geografia dell'Impossibile in vista dell'esame. Dopo essere sfuggiti a un gigante di pietra all'interno di una miniera i due finiscono in Shadow Hotel, un albergo oscuro e misterioso di cui Pipwolf ha sentito parlare molto. Stanchi del viaggio i due decidono di fermarsi una notte nel misterioso hotel. Il proprietario dell'hotel accoglie felicemente i due nuovi clienti offrendogli due delle migliori stanze a disposizione, anche se la stanza di Topolino possiede un muro abbastanza inquietante raffigurante dei volti urlanti. Alla reception, intanto, una misteriosa voce annuncia che i due nuovi clienti non hanno firmato il registro e che stanotte ci sarà già una vittima.

A cena Topolino e Piwolf conoscono il signor Screep Ork, un altro cliente dell'albergo, un venditore dell'impossibile che mostra loro anche la foto dei suoi mostruosi piccoli. Subito dopo cena al rientro nelle camera Topolino scopre che la camera vicino la sua è proprio quella del signor Ork, appena conosciuto. Quella notte una violenta tempesta accompagnata da un urlo sveglia Topolino che spaventato va a controllare se tutto va bene nella stanza accanto decidendo però di non sfondare la porta poiché non sa cosa potrebbe accadere visto dove si trova. Un altro ululato spaventa Topolino, stavolta di Piwolf, ma si tratta solo di un falso allarme poiché Piwolf sta solo russando. Topolino rientra in camera ma un tonfo accompagnato da un ulteriore ululato lo allerta. Aprendo la finestra scopre che si tratta solo di Pipwolf caduto dal tetto mentre ascoltava il bollettino per accompagnatori per poter lasciare l'hotel. Nel frattempo dallo strano registro il nome del signor Screep Ork viene depennato da qualcuno.

Il proprietario dell'hotel comunica dunque che oggi non è possibile lasciare l'hotel a causa di alcuni varchi ostruiti e che Pipwolf e Topolino saranno ospiti per un'altra notte. Il proprietario chiede allora ai due di firmare nel registro ma Topolino nota subito qualche stranezza. Vedendo il nome di Ork depennato Topolino inizia ad avere alcuni sospetti poiché come gli è stato appena comunicato era impossibile lasciare l'hotel ricordandosi anche dei rumori sospetti e le urla vicino camera sua. Da solo con l'amico Topolino ha intenzione di investigare sulla faccenda provando a intrufolarsi nella camera di Ork grazie a della polvere smateriallizante portata da Piwolf. Dentro la camera Topolino sente un grido di aiuto del signor screep ma non vedendolo inizia a pensare sia frutto della sua immaginazione. Nella stanza Topolino rinviene anche la foto della famiglia di Screep e sempre più dubbioso, poiché il signore non avrebbe mai dimenticato una cosa tanto importante, inizia a pensare che possa essergli successo qualcosa. Ha inoltre osservando bene il muro che una delle figure sia proprio Screep che sta urlando.

Topolino e Pipwolf decidono di stare stare in guardia visto le strane cose che accadono dormendo a turno nella stessa camera. Durante il turno di guardia di Piwolf Topolino viene svegliato all'improvviso e una volta sveglio si accorge che una strana figura dal muro è uscita è a portato dentro di esso anche l'amico giurandogli che l'indomani anche lui farà questa fine. Topolino intuisce che la chiave di tutto è proprio il registro e una volta al cospetto del proprietario dell'albergo decide di farsi svelare cosa sta succedendo realmente. Il proprietario racconta che tutto iniziò quando lui e un suo amico acquistarono l'hotel. Mentre lo sistemavano trovarono un vecchio registro, ma non un registro comune, di fatti conteneva un incantesimo per legare per sempre i clienti all'albergo. I due proprietari, molto avidi, iniziarono a pensare di fare affari d'oro stregando i clienti che cosi sarebbero stati costretti a tornare. Qualcosa andò storto di fatti l'incantesimo era più potente del previsto e da allora chi firma il registro finisce per far parte dell'albergo. Il proprietario confessa anche, costretto dal collega intrappolato nel muro, che per provare l'incantesimo costrinse il suo amico e collega a firmare il registro intrappolandolo per sempre all'interno del muro.

Spinto dal panico il proprietario prova a bruciare il registro nella sala caldaia per porre fine all'incantesimo. Topolino che sa che tutte le persone intrappolate all'interno del muro potrebbero restare intrappolate li per sempre ora che il registro non ce più decide di utilizzare la polvere smateriallizante grazie alla quale riesce a raggiungere la dimensione in cui sono intrappolati e liberare tutti. L'albergo crolla, i due ex proprietari sanno che dovranno scontare una pena per ciò che hanno fatto anche se Pipwolf li rassicura sul fatto che le loro intenzioni non erano malvagie. Pipwolf approfitta della situazione dicendo di aver imparato molto sulla misteriologia, materia su cui dovrà dare un esame e anche il signor Creep è molto grato a Topolino tanto da regalargli un'abbonamento alla Scream TV.

Pubblicazioni[]

Storia precedente L'albergo delle ombre Storia successiva
Una piccola avventura

Una piccola avventura

1 Agosto 2003 Il colore della paura

SNC00378


Advertisement