• Indiana Pipps e il richiamo dello spettacolo
  • Commenti




Indiana Pipps e il richiamo dello spettacolo
Indiana Pipps e il richiamo dello spettacolo.jpg
Informazioni generali
Codice Inducks: I TL 3139-6
Sceneggiatura: Bruno Sarda
Disegni: Emmanuele Baccinelli
Prima uscita: 26 gennaio 2016
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine: 30
Lingua originale: italiano
Casa editrice: Panini Comics



Indiana Pipps e il richiamo dello spettacolo è una storia di Bruno Sarda ed Emmanuele Baccinelli, pubblicata per la prima volta sul numero 3139 di Topolino.

Trama

Topo 3139 - 131.jpg

Indiana Pipps da diverso tempo è diventato una star del cinema interpretando il personaggio di Intrepido Jones, un archeologo avventuriero (ruolo che a Indiana riesce facile intepretare) protagonisti dei film del regista Spollyberg. Dopo la proiezione riservata ai critici del suo ultimo film che si rivela un altro successo, Indiana riceve in camerino una telefonata da Topolino che, insieme a tutti gli amici, gli ha preparato una festa di compleanno a casa sua approfittando del fatto che Indiana è a Topolinia per presentare il film. Ma Topolino si rende presto conto che il successo ha cambiato Indiana; ora è più altezzoso, vanitoso e pigro, non mangia più negritas e preferisce i ricevimenti del regista. Anche la proposta di Zapotec di partecipare ad una spedizione in cerca del tempio maya di Naskostil non attira il suo interesse. Pippo ricorda che furono proprio loro a convincere il cugino ad accettare la proposta di Spollyberg di fare l'attore non immaginando che non sarebbe stato per un solo film. Topolino elebora quindi un piano per riavere l'Indiana di prima.

Due settimane dopo, nella villa del regista, Indiana riceve una telefonata urgente da Pippo che gli comunica che Topolino è scomparso nelle foreste messicane dopo aver preso il posto dell'archeologo alla guida della spedizione di Zapotec. Il professore ha quindi chiesto a Pippo di rivolgersi a un esperto come Indiana. La coscienza dell'archeologo prevale e si prepara a partire dopo aver avvertito Spollyberg che ha un idea; per sfruttare la situazione lui ed un cameraman seguiranno Indiana e relizzeranno così un film verità con riprese dal vivo.

Topo 3139 - 143.jpg

Raggiunto Zapotec al punto in cui si è separato da Topolino, Indiana (con regista e telecamere al seguito) comincia a cercarne le tracce tenendo allo stesso tempo il professore al sicuro dai pericoli del posto. Il gruppetto arriva nell'ultimo posto in cui si è accampato Topolino che sembra essere vicino al tempio nascosto. Indiana trova una pietra con dei numeri maya che indicano dei passi; arrivano così ad un tronco cavo tagliato. Questo però è vuoto e Zapotec rimane sorpreso rivelando che Topolino doveva trovarsi lì ed era stata tutta una farsa per far ritrovare all'archeologo il gusto dell'avventura. Seppur arrabbiato, Indiana cerca di capire cosa sia successo all'amico scoprendo che è dovuto uscire dal tronco per un allagamento spostandosi verso una palude. Zapotec ne segue i passi rischiando di finire dentro delle sabbie mobili e ne esce aggrappandosi a dei rami. Scopre così acciddentalmente una botola aperta con una scala sotterranea che porta al tempio di Naskostil. Capiscono che Topolino deve averla trovata anche lui per caso ed è sceso a indagare. Il cameraman si rifiuta di scendere e mette in funzione un piccolo cinedrone per seguire Indiana e Zapotec. I due cominciano ad esplorare il tempio sotterraneo ed il professore attiva per sbaglio dei trabocchetti costringendoli ad un percorso obbligato che li porta alla sala principale, ricca di reperti storici e preziosi. Trovano finalmente anche Topolino che era caduto in una botola (che si attiva appena toccato un oggetto) e si era salvato solo grazie al suo zainetto che si era incastrato. Indiana libera l'amico e prende un importante tavoletta usano la corda. Il tempio però comincia a crollare ed i tre devono scappare da un altra uscita.

Tornati all'esterno, Topolino si scusa per l'inganno ma Indiana dice che l'avventura passata lo ha fatta rinsavire ed ha deciso di smettere di fare il divo per tornare ad essere un archeologo. Spollyberg è deluso dal non avere più un protagonista per il filone archeologico-avventuroso ed il camerman gli suggerisce di scegliere un eroe più imbranato e simpatico come il professor Zapotec al quale, nonostante il disappunto di Topolino, l'idea non dispiace.

Curiosità

  • Il personaggio cinematografico di Intrepido Jones è un evidente citazione a Indiana Jones (sulla cui base Indiana Pipps è stato creato).
  • Il nome Spollyberg è una storpiatura (l'ennesima) del regista Steven Spielbierg.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.