PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Indiana Pipps e i sortilegi di Maga Circe
  • Commenti




Indiana Pipps e i sortilegi di Maga Circe è una storia di Bruno Sarda e Luigi Piras, pubblicata sul numero 3102 di Topolino.

Trama[]

Cercando sulle costa italiche, Indiana Pipps sbarca sull'isola dove si presume che Ulisse sbarcò coi suoi uomini ed incontrò la maga Circe. Indiana Pipps vuole incontrare la sua discendente.

Circediana

Un paio di giorno dopo, a Topolinia, Kranz si presenta a casa di Topolino spiegandogli che Indiana si è messo nei guai. Racconta di averlo seguito sull'isola finchè non è scomparso e poco dopo è apparso un cinghialotto ghiotto di negritas. La comparsa di una misteriosa donna con altri animali al seguito gli ha confermato che si tratta di una nuova Circe ed Indiana è finito vittima della sua magia. Topolino è piuttosto scettico, ma decide lo stesso di raggiungere l'amico. I due ritornano sull'isola trovando altre imbarcazioni ed incontrano Circe che li invita nel suo agriturismo (pieno di animali). Circe dice loro che Indiana è in gita con gli altri ospiti, ma Kranz non le crede e, vedendo un altro umano ospite, convince Topolino a salvarlo.

I due la attaccano in cucina, ma all'improvviso si presenta Indiana in carne e ossa risolvendo il grosso equivoco. Il cinghialotto si chiama Diana e semplicemente ama le negritas dell'archeologo. E Circe è una semplice locandiera come gli ospiti, appena rientrati, confermano. La sera si tiene la fesa per l'inaugurazione della locanda. Ma appena Indiana e Kranz cominciano a litigare, Circe interviene per fermarli e, mostrando di aver davvero ereditato i poteri della sua ava, li trasforma in cane e gatto. Con l'approvazione di Topolino, Circe spiega che li usa di rado e l'effetto dura poco quindi meglio approfittare della tregua.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement