PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • DoubleDuck - Prima della Prima
  • Commenti



"In mancanza dello zione, c'è sempre qualcuno che mi allieta le giornate!"
Paperino riferendosi a Felino Felynis

Prima della prima è la seconda storia della Saga di DoubleDuck , scritta da Fausto Vitaliano e disegnata da Giorgio Cavazzano; viene pubblicata in un unico episodio su Topolino numero 2726 il 9 dicembre 2008.

L'avventura è ambientata a Milano, più precisamente al Teatro alla Scala, nei giorni della prima inaugurale della nuova stagione scaligera, che si tiene tradizionalmente il 7 dicembre. Nell'anno della storia, l'orchestra della prima era diretta dal M° Daniele Gatti, qui Felino Felynis, e l'opera in scena era il Don Carlo, qui Carlone e Beppina, di Giuseppe Verdi. Una successiva vicenda di DoubleDuck dedicata ancora alla Scala e alla sua prima è DoubleDuck - Il convitato di gesso.

Trama[]

Antefatto: la televisione della pacifica Clippedonia trasmette le ultime notizie: sono imminenti le elezioni alle quali si presentano il presidente uscente, favoritissimo, e un inatteso sfidante, dalle scarse aspettative di vittoria.

Primaprima1

Stronheim

Paperopoli. Paperino e Paperina stanno assistendo ad un indigesto concerto di Karlheinz Stronheim, la cui esecuzione è contestata dallo stesso compositore, presente alla performance. Circa a metà concerto, Paperino viene chiamato da Jay J che gli assegna la missione di proteggere il direttore d'orchestra Felino Felynis che si trova alla Scala di Milano. I loro rivali, l'Organizzazione, stanno organizzando il rapimento del maestro, un tempo direttore dell'Agenzia poi sottopostosi al "Total Reset Button" che cancella la memoria a tutti gli agenti che lasciano l'Agenzia perché non rivelino informazioni utili se venissero catturati. Tuttavia Felino ha ancora ricordi passati e utilizza involontariamente termini spionistici anziché musicali (agente e missione in luogo di musicista e composizione).

Paperino si reca quindi a Milano, con la copertura di sostituto "triangolista" dell'orchestra del maestro e fa la conoscenza di Felino che gli spiega che nel crescendo finale della sua opera si raggiungerà la frequenza sonora di 310 gigahertz, cosa mai successa.

Primaprima2

Indagando, DoubleDuck scopre che nei sotterranei del teatro è allestita una sala di controllo e che gli hacker dell'Organizzazione hanno interrotto i loro attacchi ai satelliti più importanti agganciandosi al satellite di minor importanza "Blue Eagle". Gli agenti stanno anche registrando l'intensità dell'orchestra per qualche ragione. Capendo che il rapimento di Felino è solo un depistaggio, DoubleDuck contatta l'Agenzia da un telefono fisso, dato che l'intera area è no-talk (cioè tagliata fuori dai cellulari ed altri dispositivi di trasmissione), ma nel farlo viene scoperto dagli uomini dell'Organizzazione.

Primaprima3

Il potente DO

Costretto a suonare alla prima, DoubleDuck capisce che i criminali stanno per attaccare il satellite "Blue Eagle" sfruttando la frequenza che verrà generata dal crescendo, grazie al do di petto dei cantanti e allo «squillante si bemolle» emesso dal triangolo; il crescendo avrebbe fatto partire il laser, ma DoubleDuck non suona la sua nota e sventa così il piano, facendo però infuriare Felino.

DoubleDuck riesce a scappare dagli uomini dell'Organizzazione grazie all'aiuto della soprano che col suo acuto fa cadere il lampadario centrale su di loro e gli uomini vengono arrestati con l'accusa di tentato rapimento del maestro.
In Agenzia, Jay J spiega che il satellite "Blue Eagle" controlla i dati delle elezioni presidenziali in Clippedonia, elezioni che l'Organizzazione voleva truccare per far vincere il suo candidato. Essa infatti intendeva sfruttare le future guerre che l'uomo avrebbe fatto nascere per vendere le proprie armi ed arricchirsi. Jay J si congratula per il buon lavoro commentando che anche il Grande Capo (di cui solo loro due conoscono l'identità) è soddisfatto.

Analisi e riferimenti[]

La storia ripresenta e definisce meglio il personaggio di DoubleDuck, di recente creazione e destinato a presentarsi in vari altri episodi; ma la trama spionistica non è l'unico elemento su cui si gioca la vicenda. Molta dell'attenzione degli autori va al mondo della musica, con i capricci e insieme con le genialità dei suoi protagonisti, dal compositore al direttore e ai cantanti. I dialoghi dell'opera sono parodiati in una serie di ahimeeeeè, orsuuuuù, ohiboooò; la «gracile Beppina» è in realtà una mastodontica soprano russa, dotata di do di petto stratosferici; dietro l'irascibile Karlheinz Stromhein si cela probabilmente il compositore novecentesco Karlheinz Stockhausen. E a fare da sfondo a tutto ciò vi è il teatro lirico di fama mondiale, riprodotto fedelmente persino nell'elaboratissimo e reale lampadario centrale, che crolla sui lestofanti. Inoltre, nelle rubriche redazionali di questo numero del fumetto si trovano una presentazione dettagliata della Scala e dei suoi ambienti e una sinossi del Don Carlo con topi e paperi nelle vesti dei personaggi.
Felino Felynis torna in una successiva storia, Total Reset Button, in cui si conferma il suo lento recupero della memoria di agente segreto.


Pubblicazioni italiane[]

  • Topolino 2767 (2008)
  • Tutto Disney 52 - DoubleDuck (2011)
  • Libri a fumetti di Topolino 2 - Paperino una vita a fumetti (2014)
  • Definitive Collection 24 - DoubleDuck Vol. 2 (2018)
  • Tesori Made in Italy 6 - Giorgio Cavazzano (2018)


Storia precedente Prima della prima Storia successiva
Double Duck

Topolino2735

9 dicembre 2008 Souvenir de Paris

Souvenir de paris

Advertisement