PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Dinamite Bla e la gallina dalle uova d'oro
  • Commenti





Dinamite Bla e la gallina dalle uova d'oro è una storia scritta da Gabriele Mazzoleni e disegnata da Carlo Limido. È stata pubblicata per la prima volta il 12 dicembre 2012 su Topolino 2976.

Trama[]

Dopo aver ritirato una delle sue solite lauree, Pico perde il volo di ritorno per Paperopoli dove deve tenere una conferenza sulle galline all'università. Così Paperino e Paperoga vengono incaricati di informare il pubblico della sua assenza, ma Paperoga (convinto di aver imparato tutto sulle galline dopo aver letto qualche libro) decide di sostituire Pico. Paperino scopre che il cugino non ha letto dei saggi, ma un libero d'orrore di J.P. Lovequack ed infatti Paperoga comincia a parlare di una "gallina mannara" suscitando l'ilarità generale. Paperoga però afferma di averla vista davvero ed accetta la sfida di un professore di portare delle prove entro 48 ore.

Paperoga ha un piano: rivolgersi a Dinamite Bla poiché convinto che il Cucuzzolo del Misantropo sia l'habitat ideale della bestia. Dinamite li accoglie a fucilate come solito spiegando che è nervoso perché la sua gallina Ortensia (egli ha dato un nome a tutte le galline) la scorsa settimana ha perso un concorso di bellezza che aveva sempre vinto. Ed ora Ortensia è depressa e non depone più uova. Paperoga gli propone allora di lasciar gironzolare lui e Paperino sul cucuzzolo e loro aiuteranno Ortensia. I due provano ogni sistema per tirarle su il morale inutilmente finché decidono di nascondere un uovo (comprato al supermercato) nel pollaio vicino ad Ortensia facendo credere l'abbia deposto lei. Ma durante l'operazione i due paperi scoprono che Ortensia ha deposto uova d'oro. I due svegliano Dinamite Bla ed il baccano attira l'attenzione del suo vicino Truz che origlia la conversazione. Paperoga crede che Ortensia sia una gallina magica e convince Dinamite a portarla alla conferenza (al posto della gallina mannara). Truz però nel frattempo scambia le uova dorate con tre uova colorate.

Il giorno dopo si recano alla conferenza, ma Ortensia non depone alcun uovo e le finte uova vengono scoperte suscitando l'indignazione degli invitati che insultano la gallina facendo arrabbiare Dinamite. Grazie ad un commento sarcastico del cugino, Paperoga capisce che Truz ha scambiato le uova. Tornati al Cucuzzolo, avvertono Dinamite e tutti e tre vanno da lui. Ma Truz nel frattempo è entrato nel pollaio di Dinamite per rubare Ortensia quando viene attaccato da qualcosa che lo ricopre di pece e piume. Paperoga trova le uova dorate nascoste in casa di Truz, ma, fuoricasa, i tre si trovano di fronte due uomini. Si tratta di due criminali che hanno rubato le uova dorate dal Museo di Arte Moderna e, scoperti ed inseguiti dalla polizia, le avevano poi nascoste nel pollaio di Dinamite. Dinamite lanciando il sacchetto delle uova a Ortensia attira i ladri nel suo pollaio dove scappano inseguiti da un grosso essere piumato che Paperoga crede sia la "gallina mannara". La notizia dell'arresto attira la stampa ed Ortensia viene celebrata come una star recuperando la sua autostima e tornando a fare uova. Nel frattempo Paperoga e Paperino presentano la "gallina mannara" all'università ad uno scioccato pubblico (nessuno si accorge che è solo Truz cascato in una trappola che aveva preparato Dinamite per i ladri).

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement