PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Dinamite Bla buzzurro del futuro
  • Commenti





Dinamite Bla buzzurro del futuro è una storia di Roberto Gagnor e Paolo De Lorenzi, pubblicata sul numero 3161 di Topolino.

Trama[]

Archimede mostra a Paperone la sua nuova invenzione, i Gyro Glasses ovvero degli occhiali connessi a Internet grazie a lenti schermo e che possono parlare a chi li indossa. Paperone però non è convinto poichè la tecnologia indossabile non va di moda ed ha già provato con alcuni prodotti. L'unica possibilità sarebbe avere una buona campagna pubblicitaria e, cogliendo l'occasione, si presenta Paperoga che, dopo aver seguito il solito corso online, si offre di pubblicizzare il prodotto in maniera originale e gratuita. Paperone accetta a patto che Archimede lavori con lui per limitare i danni. L'idea di Paperoga è usare la microcamera degli occhiali per girare belle immagini dall'alto e metterle in rete. Per fare questo Paperoga si mette alla guida di un piccolo aereo facendo salire anche Archimede.

A causa di un gesto improvviso del papero, gli occhiali cadono e finiscono proprio nel porcile di Dinamite Bla. Il buzzurro trova così gli occhiali rimanendo confuso dalle immagini che gli compaiono e dalla voce che comunica con lui. Dopo aver posato gli occhiali, Dinamite vede gli altri paesani radunarsi attorno a due persone sconosciute. Truz gli spiega che si chiamano Jed e Caraffa Pinkus e secondo un albero genealogico (che però lui non sa leggere) sono delle buzzurre nate ed ora tornate casa. Le due offrono molti soldi per comprare della terra da loro. Più tardi, Dinamite e Fiuto Joe provano le funzioni degli occhiali e Dinamite finisce accidentalmente per raccogliere degli amici online a cui piacciono le melenzane. Tramite internet Edi rintraccia gli occhiali; Archimede e Paperoga vanno così al Cucuzzolo del Misantropo.

Nel frattempo Jed e Caraffa continuano a comprare terra e Dinamite, tramite gli occhiali, scopre che sono dei possibili truffatori. La coppia però, sfruttando il fatto che porta degli occhiali, lo mette in ridicolo facendolo passare per un intellettuale di fronte agli altri. Invocando il codice buzzurro, Truz così lo bandisce dal Cucuzzolo. Mentre si allontana da casa triste e arrabbiato, arrivano Archimede e Paperoga. Archimede, usando il riconoscimento dei volti, identifica i truffatori come Tim e Petula Swindle. Questi hanno comprato a poco prezzo tutto il Cucuzzolo e progettano di rivenderlo a caro prezzo ai ricconi; devono solo recarsi al catasto per registrare le proprietà intestandola ad una loro società di comodo all'estero. Dinamite, Archimede e Paperoga li inseguono così sul piccolo aereo che viene abbattuto da un colpo di schioppo. Paperoga ha però un idea; sfruttando i follower di Dinamite dà vita ad un flash-mob davanti al catasto. Purtroppo i due truffatori aggirano il problema facendo l'intestazione online, ma Archimede osserva che la loro società è stata appena comprata da un misterioso genio finanziario che ha usato il trading online. Il genio in questione è Fiuto Joe (sfruttando agli occhiali). Così Dinamite restituisce le terre agli altri buzzurri costringendoli prima a leggere un libro mentre Paperone commenta il successo dei video virali su Dinamite fatti con gli occhiali. Anche se il software è diventato più "buzzurro" nell'esprimersi.

Curiostà[]

  • I Gyro Glasses naturalmente sono ispirati ai Google Glass, occhiali dotati di realtà aumentata tramite i quali è possibile visualizzare informazioni come sugli smartphone senza l'uso delle mani e tramite comandi vocali.
  • Paperone ha diverse marche di occhiali in suo possesso: Bayban, Paperottica e Ducksol. Queste sono ispirate a dei marchi reali: Ray-Ban, Luxottica (che ha la proprietà della prima) e Persol.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement