PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Copricapo dei Mugh
  • Galleria di immagini





Il copricapo dei Mugh, detto anche persuasore metabolico, è un oggetto magico della Saga della Spada di Ghiaccio di Massimo De Vita. Viene custodito da Yor nel suo castello.

Poteri[]

Il copricapo dà la facoltà a chi lo indossa di muovere la materia a proprio piacimento, anche se essa si trova in un'altra dimensione. Inoltre permette di comunicare con coloro che sognano (infatti, come sostiene Yor, i sogni sono intercapedini fra gli universi paralleli, quindi lì i loro confini sono più labili). Grazie a queste facoltà, la dinastia Mugh in possesso del persuasore regnò per 800 generazioni.

Tuttavia un uso prolungato dello stesso può causare effetti collaterali sconosciuti, come un'inarrestabile ilarità contagiosa, che costringe chi indossa il copricapo a ridere finché non gli viene sfilato. Non è dato sapere se questo sia l'unico effetto indesiderato o ne esistano altri.

Aspetto[]

il persuasore metabolico è un cappello giallo, alto e liscio. Esso, più largo alla base in modo da contenere tutta la testa di chi lo porta, è caratterizzato da una forma allungata, mentre ai lati possiede due piccole sporgenze. Poiché non si affloscia mai, si può supporre che sia composto da un materiale rigido.

Apparizioni[]

Il copricapo dei Mugh compare per la prima volta in Topolino e il torneo dell'Argaar, presentato da Yor a Topolino e Pippo quando essi si recano al castello del saggio. Quest'ultimo l'aveva utilizzato per chiedere il loro aiuto dalla sua dimensione e lo offre "al cugino di Alf" per aiutarlo nel torneo dell'Argaar.

Il magico manufatto viene usato nuovamente da Yor in Topolino e il ritorno del Principe delle Nebbie per dialogare con Topolino, essendo i due in diverse dimensioni parallele.

In Topolino e la Bella Addormentata nel cosmo, il vecchio sapiente chiede aiuto ai due amici in modo simile a come aveva fatto nel Torneo dell'Argaar, quindi, sebbene ciò non venga mai affermato, è logico pensare che anche in questa occasione sia ricorso al copricapo.


Advertisement