PaperPedia Wiki
Advertisement
PaperPedia Wiki
  • Archimede e l'aiuto di troppo
  • Commenti




Archimede e l'aiuto di troppo (Bulb Like Me) è una storia danese scritta da Michael T. Gilbert e coi disegni di Antoni Bancells Pujadas. È stata pubblicata per la prima volta nel 2005 in Danimarca mentre in Italia è stata pubblicata nel 2012 sul numero 2954 di Topolino .

Trama[]

Paperino, Paperina, Qui, Quo e Qua e Zio Paperone sono al parco e vedono passare Edi commentando quanto abnegazione abbia nel suo lavoro di assistente. In realtà anche Edi vorrebbe avere un pò di tempo libero da passare con suoi simili. Così chiede ad Archimede di creare altri Edi. L'inventore modifica così una macchina crea-lampadine (che funziona con rottami) per dare vita a tanti nuovi Edini che poi comincia a distribuire gratuitamente ai cittadini di Paperopoli, inclusi i suoi amici paperi con lo scopo di assisterli nelle loro faccende. Qualche giorno dopo, Archimede ed Edi fanno un giro verificando come i suoi fratellini si siano adattati ottimamente ai loro nuovi padroni. Per condere più tempo libero a Edi, Archimede crea poi il Megaloedi ovvero una versione potenziata di Edi che si occuperò del laboratorio.

Edi così comincia finalmente a svagarsi coi suoi fratellini finchè, dopo qualche giorno, questi non si presentano più. Rifacendo il giro Archimede ed Edi scoprono che ormai che i cittadini, spece i paperi, sono diventati sempre più dei fannulloni ed oziosi facendo svolgere ogni attività ai loro assistenti ormai tratti alla stregua di servi e non intendono restituirli. La cosa fa arrabbiare naturalmente Edi mentre Archimede và a chiedere consiglio al professor Sotutto, un esperto del comportamento che vive isolato su un atollo non lontano. Edi però ha già un suo piano, con l'aiuto di Megaloedi, potenzia la macchina di creazione dando vita ad altri nuovi Edini che faranno da assistenti per i suoi fratellini che potranno godersi di nuovo un pò di libertà con lui. Dopo alcuni giorni i paperi cominciano a notare l'assenza di alcuni oggetti d'uso comune mentre anche la seconda generazione di Edi si è fatta assistere da una terza per passare più tempo fuori e così via in quello che sta diventando un percorso senza fine. Paperino,Paperina, Qui, Quo e Qua e Zio Paperone, stufi dell'ozio e non poter fare più niente da soli decidono di riportare i loro Edini (che ormai sono 4 per ognuno di loro) da Archimede. Si scopre che i vari Edini, per continuare a produrre nuove generazioni, stanno a poco a poco smontando la città ed erano stati loro a rubare gli oggetti dei paperi. I paperi se la prendono con Edi, ma Archimede interviene che hanno cominciato loro abusando dei loro assistenti e comportandosi da egoisti mentre Edi voleva solo aiutare i suoi fratellini. Si scusano così con lui, ma ora necessaita una soluzione dato che non vogliono dover arrivare a distruggere gli Edini.

Archimede ha così un idea. Tutti gli Edini vengono trasferiti sull'isoletta del professor Sotutto che, pur amando la solitudine, gradisce la presenza sia di animali che delle macchine. Ed ora i piccoli robottini potranno riposarsi ed Edi godersi una vacanza.

Pubblicazioni italiane[]

Advertisement